Questa sezione raccoglie i bandi e i finanziamenti di interesse dell'area Co.S.I.La.M., non direttamente collegati all'Ente.

Per chi: Micro, piccole e medie imprese (anche in forma individuale), società tra professionisti, costituite o da costituire entro 45 giorni dalla data di pubblicazione del provvedimento di concessione del finanziamento, in cui il titolare sia una donna, ovvero società di capitali (PMI) in cui le cui quote di partecipazione siano, per almeno 2/3, in possesso di donne e rappresentino almeno i 2/3 del totale dei componenti dell'organo di amministrazione.

Quando: Lo sportello telematico per la compilazione del Formulario on-line sarà aperto a partire dalle ore 9 del 24 aprile 2017 fino alle ore 17 del 31 ottobre 2017

Cosa: Gli obiettivi del bando sono: 1.Promuovere l’adozione e l’utilizzazione di nuove tecnologie nelle PMI per favorire l’introduzione di innovazione nei processi produttivi e nell’erogazione di servizi al fine di incrementarne la produttività.
2.Sostenere la creazione e lo sviluppo di idee e progetti innovativi da parte delle donne, promuovendo la creatività e la valorizzazione del capitale umano femminile, attraverso il supporto a soluzioni ICT nei processi produttivi delle PMI.

Condizioni economiche: La dotazione finanziaria è pari ad € 2.000.000,00. Contributo a fondo perduto fino ad un massimo del 70% delle spese ammissibili e comunque non superiore ad € 30.000,00.

Link: http://lazioeuropa.it/files/170308/scheda_innovazione_sostantivo_femminile.pdf

Per chi: PMI (inclusi i liberi professionisti) che abbiano o intendano avere, al più tardi al momento della realizzazione del PROSPEX cui aderiscono, una sede operativa nel territorio del Lazio.

Quando Presentazione PROSPEX da parte dei Promotori
1° finestra 14/2/2017 – 10/3/2017;
2° finestra 1/6/2017 – 30/6/2017;
3° finestra 28/9/2017 – 31/10/2017
Richieste di adesione da parte PMI
1° finestra Mag 2017 – Giu 2017;
2° finestra Set 2017 – Ott 2017;
3° finestra Gen 2018 – Feb 2018
Avvio attività del PROSPEX
1° finestra 1/10/2017 – 31/01/2018;
2° finestra 1/02/2018 – 31/5/2018;
3° finestra 1/06/2018 – 30/9/2018

Cosa: E’ stato pubblicato il bando PROSPEX, finanziato dal POR FESR 2014-2020, con il quale la Regione intende favorire l’internazionalizzazione delle PMI consentendo loro di acquistare, con un contributo a fondo perduto del 50%, servizi qualificati offerti da operatori specializzati selezionati e inseriti in un apposito catalogo regionale di Progetti Strutturati di Promozione dell’Export, con servizi e tariffe predefinite (PROSPEX).

Condizioni economiche: L’agevolazione è un contributo a fondo perduto commisurato alle spese sostenute dalla PMI che aderisce a un PROSPEX, nel rispetto della normativa sugli Aiuti di Stato. L’intensità di aiuto è pari al 50% del costo totale sostenuto dalla PMI per partecipare al PROSPEX.
I PROSPEX possono essere presentati dai seguenti “Promotori”:
•i soggetti costituenti il sistema camerale italiano (CCIAA);
•enti e organismi rappresentativi o portatori degli interessi diffusi e collettivi del sistema delle imprese, che non abbiano finalità di lucro e che non svolgano attività in regime di libera concorrenza;
•imprese con pregressa e comprovata esperienza nell’erogazione di servizi specialistici per l’internazionalizzazione delle imprese.
Ogni PROSPEX deve avere le seguenti caratteristiche: •deve indicare il numero minimo di imprese cui si rivolge e il numero massimo di imprese che possono aderire al PROSPEX presentato, in relazione alla capacità organizzativa del Promotore;
•importo complessivo non inferiore a 50.000 euro e non superiore a 500.000 euro;
•data di avvio predefinita, quale riferimento per l’individuazione della finestra cui accedere;
•durata del periodo di realizzazione del PROSPEX non superiore a 12 mesi.
I PROSPEX dovranno prevedere almeno due delle seguenti attività principali per almeno il 70% del loro valore: •Attività A. organizzazione di incontri istituzionali, business matching meetings, ricerca partner, visite aziendali, seminari, workshop, convegni, incoming di operatori/buyer esteri, altri eventi promozionali (ad es.: sfilate, degustazioni, mostre);
•Attività B. realizzazione di azioni di promozione di filiere produttive regionali, o di gruppi di PMI, nell’ambito di eventi fieristici internazionali, ivi compreso l’allestimento e la messa a disposizione di show room temporanei;
•Attività C. spese relative al Temporary Export Manager, per un tempo massimo di 12 mesi;
•Attività D. costi per l’ottenimento, la convalida e la difesa di brevetti e altri attivi immateriali sui mercati internazionali; costi per i servizi di consulenza e di sostegno all’innovazione finalizzati al progetto di espansione sui nuovi mercati.
A completamento del PROSPEX possono essere incluse una o più attività accessorie, ciascuna delle quali non può valere più del 20% del PROSPEX.
L’intervento è realizzato mediante la creazione di un “Catalogo regionale dei PROSPEX”, che possono essere attivati in un arco temporale per ciascuna delle 3 finestre. I “Promotori” devono presentare i PROSPEX a Lazio Innova nei tempi e con le modalità previste nell’Avviso per la creazione del Catalogo.
Successivamente, le PMI interessate a partecipare ad un PROSPEX fra quelli inseriti nel Catalogo devono presentare richiesta a Lazio Innova, attraverso la piattaforma GeCoWEB, nei tempi e con le modalità previste negli appositi Avvisi rivolti alle PMI che saranno pubblicati per ogni finestra.

Link: http://www.lazioinnova.it/bandi-post/por-fesr-bando-progetti-promozione-dellexport-prospex/

Per chi: I soggetti beneficiari degli interventi del presene avviso sono le reti di imprese, costituende e/o costituite ai sensi della vigente normativa comunitaria e nazionale, promosse e composte da:
• agricoltori in attività;
• piccole e medie imprese.
I soggetti beneficiari devono essere in possesso dei seguenti requisiti: •essere costituiti da almeno cinque imprese agricole singole o associate
• avere la maggioranza numerica delle imprese, costituenti la rete, rappresentata da aziende agricole
• non essere presenti in più reti partecipanti al presente avviso
• risultare autonome tra di loro.

Quando: E' possibile presentare domanda fino alle ore 17,00 del 3.5.2017.

Cosa: Le iniziative da finanziare sono volte ad agevolare le reti di impresa, costituite nel settore olivicolo, per la realizzazione di investimenti coerenti con l'obiettivo del "Fondo per sostenere la realizzazione del piano di interventi nel settore olivicolo-oleario".
Tipologia di spese ammissibili
•miglioramento di beni immobili destinati alla commercializzazione del prodotto finito
•acquisto, noleggio di macchinari e attrezzature per il magazzinaggio e la commercializzazione del prodotto finito
•acquisizione e sviluppo di programmi informatici e l'acquisizione di brevetti, licenze, diritti d'autore e marchi commerciali.

Condizioni economiche: La dotazione finanziaria è pari ad € 4.000.000,00.
L'intensità di aiuto non supera il: •50% dell'importo dei costi ammissibili nelle Regioni Calabria, Campania, Basilicata, Puglia e Sicilia;
•40% dell'importo dei costi ammissibili nelle altre Regioni.
Il programma di intervento presentato deve avere un importo complessivo non inferiore ad € 200.000,00 e non superiore ad € 400.000,00.

Link: https://www.politicheagricole.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/10946

Per chi: Possono partecipare tutte le startup innovative con sede operativa nel Lazio. Requisiti startup: uno dei soci deve avere un titolo di studio di alta formazione, come un dottorato di ricerca, master universitario di secondo livello o aver lavorato come ricercatore per almeno 3 anni a tempo pieno, nei 6 anni precedenti la presentazione della domanda.

Quando: E' possibile presentare domanda a partire dalle ore 12:00 del 20.4.2017

Cosa: L’ambito di operatività dei progetti deve riferirsi alle filiere individuate nella Smart Specialisation Strategy e ai settori ad alta intensità di conoscenza (KIA). I progetti agevolabili devono riguardare l’avviamento di attività imprenditoriali che riguardino beni e servizi prodotti o da produrre nella o nelle sedi operative nel Lazio e devono avere le seguenti caratteristiche: •essere basati su una soluzione innovativa da proporre sul mercato, già individuata al momento della presentazione del progetto sebbene da consolidare in taluni aspetti più operativi, che soddisfi esigenze che rendano il progetto scalabile, anche sui mercati internazionali;
•avere dei soci e/o un team dotati di capacità tecniche e gestionali che assicurino il proprio impegno allo sviluppo del progetto anche in termini di apporto tecnologico e lavorativo;
•prevedere un Piano di attività a un anno che – anche tramite il consolidamento e l’integrazione del capitale tecnologico (es. prototipazione e protezione della proprietà intellettuale) e del capitale umano iniziale, al fine di garantire la completezza delle competenze nell’ambito del team, e quant’altro opportuno (sviluppo strategie commerciali e finanziarie, ricerca di partner, etc.) – renda credibile che il progetto entro tale termine risulti di interesse per gli operatori operanti nel mercato del capitale di rischio dedicato alle startup (cd. early stage).

Condizioni economiche: La dotazione finanziaria è pari ad € 4.000.000,00. Il contributo può coprire fino al 100%, delle spese ammissibili. L’agevolazione è un contributo a fondo perduto riconosciuto a fronte di spese ammissibili, effettivamente sostenute e rendicontate, e commisurato agli apporti di capitale
Startup innovative: il contributo concedibile è pari al massimo al 100% dell’apporto di capitale fornito dai soci, entro un minimo di 10.000 euro e un massimo di 30.000 euro.

Link: http://www.regione.lazio.it/rl_attivitaproduttive/?vw=newsDettaglio&id=421

Per chi: Gli Assi di intervento del Microcredito sono i seguenti: A. Sostegno a microimprese, in forma giuridica di cooperative, società di persone e ditte individuali, costituite e già operanti, ovvero in fase di avvio d'impresa, volti sia a contrastare l'economia sommersa sia a sostenere la nuova occupabilità, l'autoimpiego e l'inclusione di lavoratrici e lavoratori con contratti atipici. B. Crediti di emergenza, finalizzati ad affrontare bisogni primari dell'individuo, quali casa, la salute e i beni durevoli essenziali. C. Sostegno a persone sottoposte ad esecuzione penale, intra o extra muraria, ex detenuti, da non più di 24 mesi, nonchè conviventi, familiari e non, di detenuti.

Quando: I potenziali beneficiari devono chiamare il numero verde di Sviluppo Lazio 800 264 525  per ricevere un codice indentificativo, successivamente saranno contattati da uno degli operatori territoriali dislocati sull'intero territorio regionale.

Cosa: La Regione Lazio, con il supporto operativo di Sviluppo Lazio, ai sensi dell’art. 1, commi 20-28 della L.R. 10/2006 e ss. modifiche, in attuazione dei principi della finanza etica, promuove programmi di microcredito come strumento di lotta alla povertà e all’esclusione sociale al fine di sviluppare la partecipazione e la solidarietà a favore di categorie svantaggiate.

Condizioni economiche: I finanziamenti vengono erogati dalle Banche appositamente convenzionate con Sviluppo Lazio. Per l’ASSE A: Importo minimo: 5.000,00 €, Importo massimo: 20.000,00€, Durata finanziamento: da 36 a 84 mesi, Periodicità rate: mensile, Tasso interesse: 1%. Per gli ASSI B e C, Importo minimo: 1.000,00 €, Importo massimo: 10.000,00€, Durata finanziamento: non superiore a 36 mesi, Periodicità: rate mensile, Tasso interesse: 1%.

Link:http://www.lazioeuropa.it/bandi/fondo_per_il_microcredito-235/

 

 

 

Per chi: imprese aventi una sede legale o una sede operativa nel Lazio al momento del pagamento del contributo e che esercitino un’attività economica compatibile con quanto previsto relativamente al regime di aiuto prescelto. 

Quando

  • scadenze 2016: dalle ore 9 del 22 febbraio alle ore 17 del 18 marzo e dalle ore 9 del 16 settembre alle ore 17 del 14 ottobre;
  • scadenze 2017: dalle ore 9 del 17 febbraio alle ore 17 del 17 marzo e dalle ore 9 del 15 settembre alle ore 17 del 13 ottobre;
  • scadenze 2018: dalle ore 9 del 16 febbraio alle ore 17 del 16 marzo e dalle ore 9 del 14 settembre alle ore 17 del 12 ottobre.

Cosa: interventi di formazione per disoccupati e inoccupati finalizzati all’inserimento lavorativo, riservati esclusivamente alle aziende di finalizzazione secondo due tipologie di azioni (Azione A - Interventi finalizzati all’acquisizione di competenze ed Azione B - Interventi finalizzati al conseguimento della qualifica). Un intervento si intende direttamente “finalizzato” se si conclude con almeno il 50% di assunzioni a tempo indeterminato, calcolato sul numero iniziale dei partecipanti al corso.

Condizioni economiche: erogazione di un contributo complessivo pari ad € 4.500.000,00 da suddividere per ciascuna annualità e scadenza.

Link: http://www.lazioeuropa.it/bandi/qualificazione_delle_risorse_umane_per_la_creazione_di_nuova_occupazione_nelle_imprese_del_lazio-366/

Chi: Possono partecipare le start-up innovative, classificabili come Pmi. 

Quando: Le domande possono essere presentate dalle ore 9 del 20 novembre 2014 fino ad esaurimento delle risorse disponibili.

Cosa: Sostenere la diffusione delle start-up innovative sul territorio del Lazio, attraverso la concessione di contributi a fondo perduto. 

Link

Per chi: imprese artigiane e PMI produttive

Quando: le domande di ammissione al contributo dovranno essere presentate entro i termini indicati di seguito:

  • Prima scadenza: dalle ore 9 del 12 febbraio 2016 alle ore 17 del 26 febbraio 2016;
  • Seconda scadenza: dalle ore 9 del 10 febbraio 2017 alle ore 17 del 24 febbraio 2017;
  • Terza scadenza: dalle ore 9 del 9 febbraio 2018 alle ore 17 del 23 febbraio 2018.

Cosa: L'obiettivo è creare e rafforzare il lavoro qualificato, anche con riferimento a quelle realtà regionali - Comuni appartenenti alle aree interne e periferiche - che sono più esposte a fenomeni di spopolamento e marginalizzazione, attraverso tre linee guida: - percorsi formativi integrati rivolti a giovani e adulti disoccupati e inoccupati; - azioni formative destinate ai titolari di imprese artigiane; - percorsi formativi rivolti a giovani e adulti disoccupati e inoccupati.

Condizioni economiche: erogazione di un contributo complessivo pari ad € 18.000.000,00 da suddividere per ciascuna annualità e linea.

Link: http://www.lazioeuropa.it/bandi/interventi_per_le_imprese_artigiane_e_il_recupero_dei_mestieri-365/

Chi: Voucher IT fino a 10mila euro per la digitalizzazione delle PMI 

Quando: Le domande potranno essere presentate fino a esaurimento delle risorse stanziate

Cosa: Finanziamento per le Piccole e Medie Imprese. Complessivamente sono state stanziate risorse per 100 milioni di euro. Link

Per chi: micro imprese e PMI iscritte al Registro Imprese, con sede legale e operativa in Italia, che non siano in stato di liquidazione, scioglimento, o sottoposte a misure concorsuali. Le imprese che hanno già usufruito dei precedenti bandi Disegni+ e Disegni+2 non possono presentare domanda.

Quando: dal 12 Marzo 2016

Cosa: Sostenere la capacità innovativa e competitiva delle PMI attraverso la valorizzazione e lo sfruttamento economico dei disegni/modelli industriali sui mercati nazionali e internazionali.

Condizioni economiche: contributo in conto capitale per la realizzazione di un progetto, per un massimo dell’80% delle spese sostenute, restando nei seguenti limiti di spesa: 65mila euro per la fase di produzione, 15mila euro per la commercializzazione. Le risorse disponibili sono pari a 4 milioni 700mila euro.

Link: http://www.pmi.it/economia/finanziamenti/approfondimenti/107595/disegni3-bando-ministeriale.html