Questa mattina il Presidente del Cosilam, Pietro Zola, insieme al Presidente della Banca Popolare del Frusinate, Domenico Polselli, e all’assessore comunale, Giuseppe Marsella, ha partecipato alla cerimonia di premiazione che si è svolta nella sede scolastica.
L’idea del progetto era quella di promuovere una delle principali attività del Cosilam che consiste nella depurazione delle acque – ha affermato il Presidente Pietro Zola - Per questo ben 400 studenti delle scuole medie del cassinate hanno avuto l’opportunità di visitare l’impianto di depurazione di Villa Santa Lucia. Grazie al supporto e alle spiegazioni del personale del consorzio i ragazzi hanno scoperto l’articolato processo depurativo cui vengono sottoposti i reflui industriali permettendo di renderli sicuri e non nocive per l’ambiente. Il progetto, però, si è diviso in due fasi. La prima era quella della scoperta dell’attività depurativa da parte degli studenti, la seconda puntava tutto sulla creatività dei ragazzi. Abbiamo chiesto agli studenti di realizzare un lavoro che avesse come tema centrale l’ambiente. Un vero e proprio concorso che ha messo in palio due defibrillatori per rendere gli istituti scolastici vincitori cardioprotetti – ha aggiunto il Presidente Zola - In Italia ogni 8 minuti muore una persona per arresto cardiaco improvviso. In molti casi un primo intervento tempestivo può salvare una vita. Per questo, in attesa dell’arrivo dei soccorsi, è fondamentale essere in grado di intervenire. Molti non sanno che l’utilizzo, entro pochissimi minuti dal malore, di un defibrillatore semiautomatico esterno può salvare la vita della persona colpita da arresto cardiaco improvviso. Le scuole e gli impianti sportivi pubblici dotati di postazioni salvavita Dae sono ancora pochi. Per questo il Cosilam ha deciso di mettere come premio questa strumentazione necessaria per garantire una maggiore sicurezza per l’istituto e per tutte le persone che lo frequentano. La cerimonia di questa mattina è stata particolarmente bella e ricca di grande energia. È stato bello vedere tanti ragazzi impegnarsi per vincere il concorso e ancor più bello constatare la sensibilità che hanno messo in questo progetto. Un ringraziamento doveroso ai tre enti privati che hanno dato subito il pieno appoggio a questa iniziativa: la Banca Popolare del Frusinate, la Banca Popolare del Cassinate e ConfimpreseItalia. Ringrazio anche l’ex presidente del Cosilam prof. Raffaele Trequattrini e tutto l’ex CdA che ha approvato questo progetto. Infine un ringraziamento lo rivolgo alla dirigente scolastica e agli insegnanti che oggi ci hanno ospitato nella loro splendida scuola”.
Entusiasta anche il Presidente della Banca Popolare del Frusinate, Domenico Polselli, che ha aggiunto: “La nostra è una banca del territorio e, per questo, supporta ogni attività che permette di migliorare la qualità della vita di questa provincia. Ci tengo a ringraziare il Cosilam che ha voluto lanciare il progetto “A scuola di depurazione” che ha visto il coinvolgimento di ben 400 studenti. Un progetto che basa le sue fondamenta sulla cultura del rispetto dell’ambiente e in particolare sull’importanza dell’acqua. E proprio in questo settore il Cosilam fa molto affinché i reflui industriali vengano depurati e resi sicuri per l’ambiente che ci circonda. L’acqua è un bene importante e sensibilizzare gli studenti, che sono le generazioni future, è una missione prioritaria per ogni istituzione. Prendiamo ad esempio la città di Matera, nominata capitale europea della cultura 2019, che ha sempre tenuto conto di questa priorità nel salvaguardare il “bene acqua” e che ospita una delle cisterne più grandi al mondo. Una missione importante rimarcata anche da Papa Francesco che nella sua enciclica ha ricordato l’importanza della salvaguardia dell’ambiente. I miei complimenti ai ragazzi per quello che hanno fatto, ma rivolgo i miei complimenti soprattutto per quello che faranno per rendere il nostro territorio ancor più bello”.
Grande applauso anche per l’assessore comunale Giuseppe Marsella che ha affermato: “Una pregevole iniziativa che coniuga insieme la conoscenza di un processo industriale importante come quello della depurazione con finalità sociali attraverso la consegna di un defibrillatore alla nostra popolazione scolastica. Complimenti vivissimi al Cosilam e alla Banca Popolare del Frusinate per questa fruttuosa sinergia, ma soprattutto al nostro istituto comprensivo, alla dirigente, al corpo docente e ai ragazzi che sono risultati vincitori del concorso. Una soddisfazione per tutta la città di Roccasecca”.
Alla cerimonia di premiazione ha partecipato anche la Misericordia di Roccasecca. 

Archivio News

Powered by mod LCA