Siamo qui perché vogliamo confrontarci con i sindaci e gli imprenditori del territorio al fine di individuare le esigenze della Valle dei Santi su cui il Cosilam deve subito intervenire. Tutte le segnalazioni, tutte le esigenze saranno poi raccolte in un “manifesto programmatico” che sarà presentato nella sede del Polo della Logistica e della Flessibilità del Consorzio. Sarà proprio questo il primo atto della nuova era del Cosilam che baserà le sue azioni su una parola semplice, ma spesso dimenticata: la condivisione. Nel corso del confronto sono emerse diverse idee progettuali su cui ci attiveremo subito. Si è parlato della necessità di aiutare il Distretto del Marmo a promuovere questa grande eccellenza a livello nazionale e internazionale. Proprio in questa direzione si colloca la volontà di rilanciare il “Consorzio per la Valorizzazione del Perlato Royal di Coreno” che il prossimo 31 dicembre rischia di cessare la propria attività. Il Cosilam, in piena sinergia con il Comune di Coreno Ausonio e con tutti gli attori del Distretto del Marmo, è intenzionato ad avviare un percorso che permetta di rilanciare questa struttura al fine di dare smalto e lustro a una delle massime eccellenze del territorio provinciale e regionale: il marmo. Ma il Cosilam punta anche a mettere in campo apposite iniziative per la valorizzazione della Valle dei Santi che racchiude in se un grandissimo patrimonio culturale, paesaggistico e gastronomico”, ha affermato il Presidente del Cosilam Pietro Zola.
 
Proprio in quest’ottica procede il censimento avviato dal Consorzio su tutto il territorio attraverso un apposito questionario inviato alle aziende. E i primi risultati di questa iniziativa stanno dando già indicazioni chiare su cui muovere l’azione programmatica/progettuale del Cosilam.
Il prossimo appuntamento con la campagna d’ascolto è per venerdì 13 novembre 2015 nell’aula consiliare del Comune di Atina.
 
 
 
              

Archivio News

Powered by mod LCA