Sin dall’insediamento, il primo obiettivo dell’attuale Consiglio d’Amministrazione del Cosilam è stato quello di incontrare tutti i soci al fine di ascoltare le esigenze e di individuare le priorità per il rilancio del territorio. 
Da tali incontri è emersa subito con chiarezza la necessità di programmare una serie di iniziative volte a favorire la ripresa del comparto manifatturiero del comprensorio.

In quest’ottica, particolare attenzione è stata posta sul settore metalmeccanico e su tutte le infrastrutture al servizio dello stabilimento Fiat Chrysler Automobiles: non a caso la governance del Cosilam ha organizzato una serie di incontri di carattere istituzionale che hanno consentito un proficuo confronto, tra gli altri, con il presidente di Unindustria Lazio, Maurizio Stirpe, il presidente di Unindustria Frosinone, Davide Papa, i vertici di Federlazio e i vertici dello stabilimento FCA di Piedimonte.
Una delle prime iniziative concrete che l’attuale Consiglio d’Amministrazione ha voluto porre in essere è stata quella di assumersi la responsabilità di occuparsi direttamente della bonifica dell’area adiacente e di accesso al sito industriale metalmeccanico, zone per troppo tempo abbandonate all’incuria, nonostante le cospicue somme riscosse dall’Asi per i servizi ‘erogati’ alla Fiat.
Allo scopo di dare attuazione a tale indirizzo strategico, nei giorni scorsi è stata inviata una comunicazione al Consorzio Asi e alla Provincia di Frosinone, con la quale si è data informazione della volontà del Cosilam di prendersi cura direttamente della bonifica di tutte le zone adiacenti al sito: si tratta di una prima operazione necessaria per rendere l’intera area “premium”, come si appresta a fare il gruppo Fiat Chrysler Automobiles con lo stabilimento di Piedimonte.
L’intervento di bonifica è stato programmato in tre fasi: nella prima verrà effettuato il taglio dell’erba che crea forti difficoltà a tutti gli automobilisti e trasportatori, oltre a rendere la zona indecorosa. Il lavoro è stato già avviato e completato su tutto il lato degli ingressi principali e nei prossimi giorni proseguirà sulla restante area perimetrale dello stabilimento e sull’intera rete viaria di accesso al sito metalmeccanico.
In seguito al taglio dell’erba, verrà effettuata la ripulitura della zona, con la raccolta dei rifiuti emersi.
Infine, si procederà con la tinteggiatura di tutto il ciglio stradale antistante le aree dello stabilimento.
Sempre in tema di manutenzione delle reti di collegamento, il Cosilam ha inviato all’Amministrazione Provinciale di Frosinone una nota con cui ha richiesto la possibilità di entrare in possesso delle strade presenti nell’area industriale di Piedimonte, al fine di potersi occupare direttamente di tutte le operazioni di manutenzione.
Il Consiglio d’Amministrazione è consapevole che ciò comporterà un onere economico importante per l’Ente, ma è anche dell’avviso che la rilevanza dell’obiettivo giustifica ampiamente il sacrificio che dovrà essere compiuto.
Si tratta di dare un segnale di un cambio di passo che l’ente intende realizzare, nella convinzione che molte parole sono state dette in difesa dello stabilimento di Piedimonte, ma pochi sono stati i passi concreti nella direzione di un effettivo miglioramento dell’attuale stato di cose.
Le promesse, i dibattiti interni alla politica e le continue contrapposizioni devono essere archiviate se realmente si vuole dare a questo territorio la possibilità di riscattarsi, assicurando a tutto il comprensorio il benessere economico e sociale che merita.
Il Cosilam vuole dimostrare di essere presente e che intende fare ciò che gli compete; allo stesso tempo, si aspetta che tutti gli attori siano pronti a fare la propria parte al fine di contribuire al conseguimento dell’unico, vero e fondamentale obiettivo che è necessario prefiggersi: il rilancio economico del territorio.

Il Presidente
Prof. Raffaele Trequattrini


Strada di accesso agli ingressi principali di Fiat 1Strada di accesso agli ingressi principali di Fiat 2Strada di accesso agli ingressi principali di Fiat 3

Archivio News

Powered by mod LCA