In queste ultime settimane abbiamo ricevuto diverse segnalazioni su odori nauseabondi, ma anche sulla presenza di schiuma nera nel rio Pioppeto. Una situazione di assoluta gravità e che deve essere risolta. Il Consiglio di Amministrazione del Cosilam sin dal suo insediamento ha posto particolare attenzione proprio sulle tematiche ambientali. Abbiamo fatto ingenti investimenti sul nostro impianto di depurazione per renderlo ancora più efficiente e predisposto pacchetti di controlli e verifiche sull’intera rete fognaria. Azioni che, anche dopo l’affidamento in house providing, insieme al Direttore Generale abbiamo fortemente caldeggiato e riprogrammato. Purtroppo è apparso evidente sin dal principio che, nonostante i nostri sforzi, ci fossero agenti esterni che, in qualche modo, rendessero il processo depurativo particolarmente difficile. Anche in questo caso, però, non siamo rimasti a guardare e abbiamo deciso di percorrere una strada poco popolare, ma sicuramente più efficace. È in via di definizione una convenzione-quadro che vedrà in prima linea il Cosilam insieme ai Comuni territorialmente interessati e alle forze dell’ordine. Subito dopo la sottoscrizione di questo accordo partiranno controlli a tappeto con verifiche in ogni singola azienda che insiste nella nostra area industriale. La presenza dei Comuni e delle forze dell’ordine consentirà di procedere a un controllo capillare e, soprattutto, e sanzionare (a livello amministrativo, ma anche penale) eventuali trasgressori. Ai comitati e ai cittadini ribadisco la nostra piena e totale disponibilità e la nostra determinazione a risolvere queste problematiche. Abbiamo bisogno di un grande gioco di squadra e invito tutti i cittadini che notassero situazioni anomale a segnalarle a noi e alle forze dell’ordine. Solo attraverso la collaborazione possiamo arrivare alla soluzione di tutte le problematiche e tutelare il nostro territorio”, lo ha affermato il Presidente Pietro Zola.

Archivio News

Powered by mod LCA