I lavori, iniziati nel 2016, sono stati conclusi nei tempi previsti e hanno permesso di risolvere anche l’annoso problema dei sotto servizi con il loro completo rifacimento. Tra le altre cose si è proceduto alla messa in sicurezza della viabilità mediante eliminazione dell’intersezione a raso, alla realizzazione dell’impianto di smaltimento delle acque meteoriche e alla realizzazione dell’impianto di pubblica illuminazione.
Quando le istituzioni fanno squadra i risultati arrivano e sono visibili a tutti – ha affermato il Presidente del Cosilam Pietro ZolaSi tratta di una infrastruttura di assoluta importanza. Infatti in quel tratto di strada fino a poco tempo fa c’erano i semafori che comportavano notevoli problemi alla circolazione generando code e rendendo la viabilità particolarmente difficile. Per questo motivo d’intesa con il Comune di Castrocielo abbiamo deciso di avviare una progettualità specifica. Con la nascita di questa rotatoria si è resa più snella e sicura la circolazione automobilistica. Ma questo non è l’unico progetto messo in campo per il territorio di Castrocielo. Il Cosilam ha ottenuto un importante finanziamento di circa un milione di euro per la messa in sicurezza di un tratto di strada di penetrazione nell’area a destinazione industriale in località “Strada Romana” a servizio dello stabilimento Sanpellegrino”.
Il Comune di Castrocielo - ha aggiunto il Sindaco Filippo Materiale - ha contribuito in prima persona, come si dice, alla realizzazione della rotatoria. A nessuno sfugge che questa, fra i suoi benefici, comporta prima di tutto più sicurezza e minore inquinamento atmosferico. L’eliminazione dell’impianto semaforico, infatti, ha significato non solo una riduzione della spesa pubblica da parte del Comune, ma anche una minore emissione di inquinanti in atmosfera e, quindi, l’aver dato un contributo modesto, ma significativo, al risanamento della qualità dell’aria. Proprio in considerazione e in vista di questo risparmio il Comune si è addossato l’onere della contribuzione del 30% nell’importante investimento, partecipando con una somma pari a 200.000,00 euro. Soldi spesi bene per le tante valide motivazioni fatte, alle quali bisogna aggiungere non ultima la constatazione di aver contribuito a realizzare una bella opera pubblica”.

Archivio News

Powered by mod LCA