Si è concluso oggi l’iter che ha portato all’ingresso del Cosilam nella compagine sociale della società in house providing AeA, il cui capitale è quindi detenuto dagli enti pubblici, economici e Consorzi industriali di Rieti, Frosinone e Cassino, aderenti alla FICEI (Federazione italiana consorzi enti industrializzazione). Quest’ultimo ha acquisito, mediante un aumento del capitale sociale, la quota del 15%.
Si tratta di un importante processo di aggregazione e integrazione dei servizi, delle reti e degli impianti di depurazione, nel solco degli obiettivi di razionalizzazione, efficientamento ed economicità e in coerenza con i progetti di riforma perseguiti dalla Regione Lazio. 
L’operazione che si è conclusa oggi è parte di un percorso che prevede il perseguimento di ulteriori traguardi di sviluppo su scala regionale. Di più: consente il potenziamento di una società a capitale interamente pubblico, detenuto dai Consorzi, che diviene leader regionale del settore e si appresta a varare un importante piano di investimenti nei settori della tutela e del risanamento ambientale e delle energie rinnovabili.
Il processo di aggregazione, inoltre, consente al Cosilam di centrare importanti obiettivi: la salvaguardia dei livelli occupazionali, l’abbattimento dei costi di gestione, il mantenimento del controllo pubblico nella gestione degli impianti e il conseguimento di uno dei punti centrali del suo Piano di risanamento. 
I tre presidenti, Pietro Zola, Francesco De Angelis e Andrea Ferroni, esprimono soddisfazione  per il risultato raggiunto, che ritengono rappresenti un tassello strategico che apre la strada al processo di riforma e innovazione del sistema dei Consorzi industriali della nostra regione.