L’appuntamento di ieri ha dato ufficialmente il via alla “campagna d’ascolto” promossa dal Cosilam in tutto il territorio. Prima di entrare nel merito del progetto, però, permettetemi di ringraziare il sindaco di Cassino e l’intera giunta comunale che ci hanno permesso di utilizzare la splendida sala Restagno resa ancor più bella dalla mostra che attualmente è allestita. 
Il sindaco Petrarcone è stato presidente del Cosilam dal 2011 al 2014 quindi conosce bene le problematiche che affliggono il nostro territorio che sta soffrendo da più di dieci anni gli effetti della crisi economica e occupazionale con ricadute negative su tutto il tessuto industriale del territorio.
In molti si sono chiesti cosa abbia spinto il consorzio ad avviare questa iniziativa. L’idea nasce dalla volontà, mia e dell’intero Consiglio di Amministrazione, di avviare una fase nuova della vita del Cosilam. Una fase che si basi sulla “condivisione”. 
È proprio questa la parola che sta facendo, e che farà, da filo conduttore al nostro mandato. Spesso si parla della necessità di dare risposte al territorio e dell’importanza di programmare interventi che possano aiutare concretamente le aziende. Per fare questo, però, c’è bisogno che il Cosilam si apra, che esca dalla sua sede e vada ad ascoltare chi quotidianamente opera sul campo.
Per questo motivo abbiamo deciso di avviare la “campagna d’ascolto” che ieri ha preso il via e che si articolerà in quattro incontri settoriali che realizzeremo entro la fine di novembre.
Abbiamo ritenuto importante incontrare tutti i soci e gli imprenditori perché riteniamo fondamentale confrontarci su quelle che sono le priorità del nostro territorio, gli interventi principali da mettere subito in campo.
In questo momento ci troviamo ad affrontare una fase molto delicata che è quella del rilancio della nostra area industriale. Non dobbiamo mai dimenticare che nel nostro territorio risiede una delle aziende più importanti al mondo: il gruppo Fiat Chrysler Automobiles. Proprio loro hanno realizzato a Piedimonte San Germano uno straordinario investimento che sta vedendo, e che vedrà ancor meglio nei prossimi mesi, ricadute estremamente positive su questo territorio trasformando il sito industriale del Cassinate nel centro di produzione Alfa Romeo.
Ma questo periodo è caratterizzato non solo dagli investimenti che il gruppo FCA sta portando avanti, ma anche su quelli che altre aziende stanno realizzando come il gruppo Rossi, la Tiberina e molte altre società che ringrazio per essere intervenute all’iniziativa di ieri.
È proprio in questo momento che il Consorzio, che ho l’onere e l’onore di rappresentare, deve avere la massima attenzione ad ascoltare le istanze che provengono dal territorio e fornire tutti gli strumenti necessari affinché si progettino e realizzino infrastrutture in grado di supportare gli imprenditori. 
Abbiamo voluto ascoltare le opinioni degli imprenditori, ma abbiamo presentato anche le Apea (Aree Produttive Ecologicamente Attrezzate) promosse dalla Regione Lazio. Il progetto promuove lo sviluppo ambientalmente sostenibile e un modello di gestione delle attività produttive orientate al miglioramento nella competitività. Una grande opportunità per il nostro territorio che, grazie a questa iniziativa regionale, potrà ottenere numerosi benefici. 
La campagna di ascolto, però, non si concluderà nella giornata di oggi. 
Nei prossimi giorni sarà disponibile sul sito del Cosilam un modulo con cui chiederemo di fornirci indicazioni su quelle che, secondo gli operatori del settore, sono le priorità su cui il Cosilam dovrebbe attivarsi. Successivamente organizzeremo degli incontri settoriali: uno a Coreno Ausonio, uno ad Atina, uno a Piedimonte San Germano e uno a Pontecorvo. In quell’occasione ci confronteremo con gli imprenditori sulle proposte, sulle idee e sulle priorità segnalate. Sarà proprio quella la base su cui il Cosilam progetterà la sua azione futura. 
Al termine di questa “campagna d’ascolto” avremo un manifesto progettuale su cui noi ci muoveremo per ottenere finanziamenti e realizzare le opere richieste. 
Dobbiamo fare squadra per raggiungere, insieme, l’obiettivo che è quello di una totale e completa ripresa economica con le soluzione alle problematiche che oggi si vivono. 
 
Il Presidente
Pietro Zola